Antiche favole

Il poeta e novelliere napoletano Giambattista Basile, vissuto a cavallo tra ‘500 e ‘600, scrisse tra le altre cose Lo cunto de li cun­ti, una raccolta di una cinquantina di simpatiche fiabe popolari che fu la prima in tutta Europa. Molte di esse ebbero illustri imitatori: ad esempio, «La Gatta Cenerentola» e «Cagliuso» divennero «Cenerentola» e «Il gatto con gli stivali» di Perrault, e «Il cuorvo» e «Le tre cetra» ispirarono a Gozzi «Il corvo» e «L’amore delle tre melarance».

Tags: , ,

venerdì, giugno 3rd, 2016 news Commenti disabilitati

Tutankhamon

Secondo gli studi di Bob Brier, un noto egittologo statunitense, il faraone Tutankhamon non morì di malattia, come si era sempre pensato precedentemente, ma fu quasi certamente assassinato dal gran sacerdote e reggente Ay, per succedergli sul trono; quest’ultimo ne sposò la bella vedova, ma in seguito fini per eliminare anche lei.

Tags: , ,

mercoledì, maggio 4th, 2016 news Commenti disabilitati

Vecchie usanze…

Scriveva un giornale del 1913: «Nella piccola baia giapponese di Shima, aperta sul immenso Pacifico, c’è una minuscola colonia ancora quasi ignorata che vive raccolta ed estranea al mondo da più di dieci secoli e non abita che un solo piccolissimo villaggio. Va da sé che la colonia è composta di uomini e di donne; ma uomini e donne si sono scambiati con perfetto accordo le funzioni e le azioni. Gli uomini sono degli esseri privilegiati che vivono beatamente nel più dolce far niente. L’attività, l’energia e la ricchezza sono le donne: sono infatti loro i veri capi delle famiglie, e la loro quotidiana occupazione consiste nello stare immerse nell’acqua allo scopo di cercare le preziose perle che sono nascoste negli abissi dell’oceano».

Tags: , , ,

venerdì, aprile 1st, 2016 news Commenti disabilitati


Thu, 25/05/2017 - 23:47 (+02:00)

Ricerca Articoli

 

Tag Cloud